Nel 1984 nasce la Tramp Viaggi. Il nostro impegno costante e crescente ha avuto come obiettivo il raggiungimento di professionalità e competenza, per riuscire a soddisfare anche i clienti più esigenti.

Ultime News

+ 0825 532070
Via G. Maffei, 9 – 83029 Solofra (AV
info@trampviaggi.it

Paura dell’aereo? Da oggi non più, grazie ad un nuovo libro

Secondo fonti confermate, il 53,3 % degli italiani sarebbe “aviofobico”, ovvero non salirebbe per nulla al mondo a bordo di un velivolo. Da oggi però, riguardo l’aviofobia e come trattarla ci pensano la giornalista Vania Colasanti e il neurologo Rosario Sorrentino con il loro libro “Grazie al cielo”, dove spiegano come superare, tramite la terapia, i vari attacchi di panico dovuti a questo tipo di paura.

In tal caso, Sorrentino afferma che  “Occorre curare la paura di aver paura, mettere il paziente nelle condizioni biologiche di esporsi. L’importante – aggiunge – è non solo la scelta del farmaco ma di più lo sono i tempi ed i modi in cui viene somministrato”.

Un percorso di preparazione che include un farmaco da assumere diversi giorni prima del volo di prova, che sarà parte integrante della terapia.

“La paura non è localizzata in una specifica parte del cervello e gli attacchi di panico – spiega Sorrentino – lasciano il loro ricordo depositato in un ‘cassetto’ della memoria, ma pronto a riemergere nella memoria come se si fosse trattato di un’esperienza negativa vissuta poco prima. La terapia non ha niente di stregonesco o sciamanico: si basa semplicemente sulla sostituzione di una situazione piacevole, quale diventa il volo, al posto di una dolorosa e spiacevole, fiaccando nel paziente quell’ansia anticipata che gli impedisce di volare. Ma questo vale per tante tipologie di panico: c’è chi non se la sente di viaggiare su treni ad alta velocità, o chi va in vacanza in un albergo distante da non più di cento metri da un ospedale… Ma la cura c’è e comincia da non aver paura di aver paura e di non aver vergogna di parlare del proprio stato. Se si parte da questo si è già a buon punto”.

Lascia un Commento: